Vendere all’estero sfruttando il web

vendere all’estero ecommerce

Il web, una risorsa utile a livello globale

In tutto il mondo, a parte in alcune aree remote in cui la connessione purtroppo non arriva come dovrebbe, gli utenti navigano online, acquistano, interagiscono ed effettuano tantissime ricerche ogni giorno. Il web accorcia le distanze e, perciò, ogni azienda può arrivare ovunque, ampliarsi e arrivare proprio a tutti quegli utenti.

In poche parole, la vostra attività non deve necessariamente avere un target di riferimento limitato, ma può arrivare in ogni (quasi) angolo della Terra, grazie a internet. A questo proposito, sappiate che esistono molti metodi e mezzi per vendere all’esteroi vostri prodotti e servizi sfruttando il web. Ecco una panoramica di quello che anche voi potreste fare e degli obiettivi che potreste raggiungere.

Portali di shopping online ed e-commerce

Una delle soluzioni più semplici per vendere all’estero è, ovviamente, quella di usufruire del successo che alcuni portali di shopping online hanno già acquisito con il tempo. Alcuni esempi? Amazon e eBay. Entrambi gli e-commerce sono molto utilizzati dagli utenti e consentono ai venditori di ottenere un traffico elevato e di poter vendere in ogni parte del mondo.

Naturalmente, sarà necessario iscriversi, caricare le immagini dei vostri prodotti e le descrizioni ottimizzate in ottica SEO e tradotte in più lingue (o almeno in inglese). Su eBay è anche possibile creare un vostro negozio online, ossia una pagina dedicata alla vostra azienda, dal quale potrete vendere in tutto il mondo.

Se preferite avere un punto vendita estremamente personalizzato e di vostra proprietà, il consiglio è ovviamente quello di creare un e-commerce aziendale, separato o direttamente collegato al vostro sito. Anche scegliendo questa opzione, potrete ampliare la clientela vendendo fuori dal territorio italiano.

Questa è una risorsa che ben poche aziende italiane hanno già messo in atto, ma alla quale molte stanno pensando, in quanto si tratta di una soluzione in grado di ampliare letteralmente le prospettive di ogni attività commerciale e/o artigianale e vendere all’estero. Tuttavia, in questo caso, sarà necessario avviare questa nuova avventura nel modo più vincente, ossia utilizzando tecniche vincenti.

Le mosse giuste vendere all’estero e ottenere il vostro successo online

Se non avete già un e-commerce, dovrete ovviamente crearlo al più presto, caricando delle immagini accattivanti, delle descrizioni dettagliate, scritte in ottica SEO, e tutte le informazioni e consigli di cui i vostri utenti potrebbero avere bisogno. Potrete naturalmente affidarvi alla nostra agenzia, che offre il servizio di realizzazione siti e-commerce tramite l’utilizzo dei migliori CMS presenti online.

Una volta creato il vostro nuovo punto vendita virtuale, per riuscire a vendere all’estero sarà necessario studiare una strategia per ogni mercato di riferimento, analizzando le ricerche locali relative agli utenti delle principali aree del mondo, il comportamento dei consumatori e i vostri competitors diretti. Questo vi porterà a capire che tipo di parole chiave utilizzare (geolocalizzate e non) e vi aiuterà a ottimizzare il vostro sito in modo tale da raggiungere il giusto target di utenti.

Un’altra delle mosse fondamentali sarà tradurre il vostro e-commerce, prediligendo le lingue maggiormente diffuse. In seguito, per riuscire a ottenere un maggior traffico e convertire le visite in acquisti, sarà molto utile sfruttare alcuni dei migliori strumenti di web marketing come la creazione di profili sociali, di campagne di email marketing e di landing page che possano catturare sempre nuovi contatti e reindirizzarli al vostro negozio virtuale.

Infine, ricordate che gran parte delle aziende che hanno ottenuto un grande successo online, sia a livello globale che locale, hanno puntato molto (se non quasi gran parte del loro budget) sulla pubblicità.

Quest’ultima è generalmente uno dei fattori chiave della crescita di ogni azienda, e comprende non solo l’utilizzo degli strumenti di web marketing sopracitati, ma anche la creazione di importanti campagne di promozione, come quelle che possono essere avviate con Google Adwords e con Facebook Ads.